Mark Trail

 ESCAPE='HTML'

Creata dal cartoonist e naturalista Ed Dodd e apparsa per la prima volta sui quotidiani statunitensi il 15 aprile 1946, Mark Trail  è una particolare striscia in quanto ha, come tema principale, l'ambientalismo e la difesa degli animali.

La serie vede protagonista il Mark Trail del titolo, un giornalista e fotografo che lavora per il Woods and Wildlife Magazine, vivendo avventure che lo vedono in prima persona come strenuo difensore della natura da qualunque tipo di attacco, proteggendo la fauna dai bracconieri e cercando di mantenere inalterate le riserve naturali degli Stati Uniti, in primis la Lost Forest Game Preserve, luogo fittizio in cui sono ambientate le vicende della striscia.

Ovviamente Mark Trail non affronta queste situazioni da solo, vista la presenza di alcuni fondamentali comprimari, tra i quali spicca Cherry Davis, eterna fidanzata del protagonista con il quale è convolata a giuste nozze nel 1993. Altri personaggi da segnalare sono Doc Davis, padre di Cherry, Johnny Malotte, amico di Mark, il cane Andy e infine il giovane Rusty, un ragazzino adottato da Mark e la moglie e uno dei più recenti acquisti della serie, nonostante sia stato introdotto all'inizio degli anni '80.

Affascinante elemento della serie, praticamente inedita in Italia (a parte alcune strisce pubblicate su Smack della Corno), sono le tavole domenicali, che da oltre 70 anni insegnano ai lettori, soprattutto i più giovani, ogni piccolo dettaglio sull'ambiente e sugli animali, di qualsiasi specie essi siano, un fattore questo rimasto inalterato nel corso dei decenni tanto da diventare il marchio di fabbrica della strip.

Disegnata e scritta da Dodd con l'aiuto dei suoi assistenti Tom Hill e Jack Elrod fino al 1978, anno del suo ritiro, Mark Trail è stata in seguito portata avanti da Elrod, che ne ha mantenuto inalterato lo stile fino al 2014, quando la lascia nelle mani di James Allen, che la continua fino al 25 luglio 2020. Anche se la serie negli ultimi anni ha subito un calo qualitativo non indifferente per quanto riguarda i disegni, non all'altezza rispetto ad altre classiche strip ancora pubblicate negli USA, è riuscita a sopravvivere al passo dei tempi portando avanti, in maniera sempre più forte, il suo messaggio ambientalista.